Un Passato Molto Presente

Un ryokan rivisita le tradizioni antiche

I ryokan sono gli alberghi più antichi del mondo. Queste locande tradizionali giapponesi risalgono infatti al medioevo e accoglievano i viaggiatori ai tempi dei samurai. Alcuni ryokan hanno rivolto lo sguardo al futuro. Altri, come Nishimuraya Honkan, no.

L’ultima volta che abbiamo parlato di ryokan, abbiamo descritto la loro reinvenzione, notando come l’esperienza classica del ryokan, in molti casi , si sia evoluto per soddisfare la sensibilità moderna: cena servita in un ristorante invece che in camera, letti occidentali invece di futon, design all’avanguardia al posto di elementi caratteristici tradizionali come le porte shoji e i tatami .

Poi ci sono i ryokan come Nishimuraya Honkan.

Situato a due ore da Kyoto, nella piccola città termale della città di Kinosaki Onsen, Nishimuraya Honkan costruisce la sua reputazione sulla spettacolare esecuzione delle caratteristiche storiche che definiscono un ryokan. Per per questo rinuncia all’elettricità o altri comfort moderni, è senza dubbio un hotel boutique di lusso. Sembra solo un hotel boutique di lusso il cui fascino è apprezzato meglio dal pavimento.

Nishimuraya Honkan Ryokan
Il giardino centrale di Nishimuraya Honkan è una meraviglia.

È dal pavimento, infatti, che apprezzerete maggiormente i vantaggi e i particolari del design di Nishimuraya Honkan, in particolare la semplicità rustica di sukiya , una forma di architettura resa famosa dalle iconiche case da tè giapponesi. “Quando entri nella [stanza 51, una delle tipologie di camere tradizionali], all’inizio pensi che sia solo un’altra stanza per gli ospiti”, spiega Colin Fukai, direttore marketing di Nishimuraya Honkan. Siediti e scoprirai che ti si aprirà un altro mondo. Su un tatami i tuoi occhi arrivano alla stessa altezza dello splendido laghetto e del giardino della suite adiacente. La suite adiacente è costruita appositamente su palafitte allo scopo di poterne apprezzare la vista sul giardino senza tradire la privacy della camera stessa.

Esplorate la Matsu Suite e sopra le scale troverete una finestra che incornicia un pino, uno strumento naturale progettato consapevolmente per incoraggiare ad apprezzare le stagioni.

“Immagino sia piuttosto divertente vedere come l’ombra che un albero proietta sul muro ad una certa ora del giorno possa essere una delle caratteristiche più importanti di una suite”, dice Fukai sorridendo. Eppure “rappresenta l’importanza sia della natura sia del concetto di semplicità e profondità” nell’architettura giapponese delle camere per gli ospiti.

Nishimuraya Honkan Ryokan
Dalla camera numero 51 si vede parzialmente il giardino della Kangetsu Suite.
Nishimuraya Honkan Ryokan
Uno dei tre bagni comuni a Nishimuraya Honkan, Kichino-yu onsen ha sia uno spazio interno che esterno, immerso in un boschetto di bambù.

Alla sua settima generazione di proprietari dalla sua fondazione nel 1854, viene elogiato ripetutamente da una lista dopo l’altra come uno dei ryokan più belli o più lussuosi del mondo, ma non è sbagliato chiamare Nishimuraya Honkan tradizionale . In qualche modo, la scelta delle parole dipende dalla vostra prospettiva. “Gli ospiti stranieri probabilmente lo etichetterebbero come tradizionale”, mentre gli ospiti giapponese direbbero probabilmente che è retrò”, riflette Fukai.

È un dettaglio che mette in luce quanto sia facile romanticizzare la cultura rappresentata dai ryokan senza comprenderne completamente il contesto o l’impegno necessario per evocare questo tipo di esperienza di lusso. Le ragioni per cui altri ryokan si sono allontanati da certe pratiche non sono sempre puramente stilistiche. Fukai indica anche la diminuzione della popolazione giapponese come una delle ragioni per cui alcuni ryokan hanno dovuto ridurre il personale e le operazioni, e il perché le sale da pranzo a volte sostituiscono la pratica retrò dei pasti individuali nelle stanze degli ospiti. Ma al Nishimuraya Honkan è esattamente quel tipo di interazione intima tra il personale e l’ospite che è ancora apprezzato al di sopra di ogni altra cosa.

Ogni stanza ha il suo concierge personale ( nakai-san o heyakakari-san in giapponese) per aiutare a conoscere il luogo e la città. E se incontrate qualcuno che vi chiede i vostri programmi per la sera, non sono chiacchiere inutili. L’addetto alla sala non serve una semplice cena, si tratta piuttosto di un pasto molto kaiseki a più portate di due ore che include generalmente (a seconda della stagione) il granchio Matsuba o il manzo Tajima che rendono famosa questa regione. Poi tolgono anche il tavolo per trasformare la sala da pranzo in una camera da letto.

Nishimuraya Honkan Ryokan
La Matsu Suite, che può ospitare fino a sette persone, è costruita nello stile shoin visto in molti templi buddisti giapponesi.
Nishimuraya Honkan Ryokan
L’elaborata cena kaiseki a più portate viene servita in camera.

Il design, il servizio e dettagli particolari come il suo splendido giardino punteggiato di lanterne e koi contribuiscono a creare un’atmosfera rilassante e a riflettere un modo particolarmente tranquillo di vivere. Come fanno anche gli onsen (bagni termali). Ma qui, la facilità e il comfort dell’esperienza mascherano anche la differenza tra l’esperienza tradizionale e le esigenze contemporanee. Storicamente, i ryokan di Kinosaki non avevano mai i propri bagni onsen e mandava i visitatori nei sette bagni pubblici della città. Nel paese apprezzavano la promozione e questa sistemazione assicurava che le preziose acque naturali non venissero sfruttate eccessivamente.

Con l’aumento del numero di ospiti che raggiungono Kinosaki facilmente in treno, la domanda per un onsen in loco è diventata una realtà. Fukai spiega che per un ryokan l’aspettativa di avere il proprio onsen potrebbe essere paragonata con quella di un hotel a Las Vegas ad avere il proprio casinò. Alla fine i responsabili della città scesero a compromessi: i ryokan avrebbero potuto avere i propri bagni termali, ma sarebbero stati di dimensioni limitate e mai privati ​​solo per una camera.

Nishimuraya Honkan Ryokan
Il fiume che attraversa il paese, qui sotto i fuochi d’artificio estivi.

È un equilibrio che funziona sia per il ryokan che per la città, e dà al ryokan qui forse un sapore diverso rispetto a quelli delle grandi città. Potete visitare i tre bagni termali di Nishimuraya, ma probabilmente avrete anche voglia di uscire e provare quelli della città. Per questo riceverete un pass gratuito che vi dà accesso ai bagni per tutta la durata del tuo soggiorno. Non importa quanto sia comoda la vostra stanza, invece di rintanarvi probabilmente non rinuncerete al piacere di camminare lungo il fiume fiancheggiato da salici e fiori di ciliegio, verso il prossimo bagno anche indossando solo il vostro yukata .

Chiamatelo retrò o chiamatelo tradizionale, se state cercando il “fascino perduto” del passato, questo è il posto giusto dove trovarlo.

Nishimuraya Honkan

Nishimuraya Honkan

Tablet è la tua fonte per scoprire gli hotel più interessanti del mondo: luoghi in cui troverai un’esperienza indimenticabile, non solo una camera per la notte.

Se stai pensando di fare un viaggio in Giappone, prendi in considerazione un soggiorno a Nishimuraya Honkan nella città di Kinosaki Onsen nella prefettura di Hyogo.

Prenota Adesso