Futuro Radioso

I nostri hotel del 2020 preferiti

Abbiamo scelto gli hotel più interessanti che abbiamo aggiunto a Tablet nel 2020 per dimostrare che ci aspettano sicuramente giorni migliori.

Tablet non fa preferenze. Quando aggiungiamo un hotel alla nostra selezione, lo consideriamo uguale a tutti gli altri hotel che abbiamo scelto. Potrebbe essere diverso dagli altri (la varietà è fondamentale), creato per un diverso tipo di ospite con un diverso tipo di budget, o un ospite che cerca un diverso tipo di esperienza, magari con una diversa durata del soggiorno. Ma ogni hotel è, ai nostri occhi, allo stesso livello. Ogni hotel è un hotel Tablet. In effetti, le uniche “classifiche” provengono da voi, sotto forma di punteggio del Tablet meter, derivato dal feedback verificato che ci inviate e che ci aiuta a determinare se un hotel mantiene l’accordo e merita di rimanere sul sito.

Ma qui, nelle pagine dell’Agenda, la storia è diversa. Noi editori possiamo avere i nostri preferiti. In nome del giornalismo, della trasparenza e dell’impegno – a nome di HL Mencken e Edward R. Murrow e Joan Didion – possiamo esercitare la nostra indipendenza editoriale e scegliere i nuovi hotel Tablet che ci hanno più entusiasmati nel 2020 e che secondo noi segnalano giorni più luminosi a venire. Nel 2021. In un anno in cui l’idea di viaggio è ancora piuttosto confusa, questi luoghi emozionanti sono più importanti che mai come ispirazione per i nostri viaggi futuri. Per la nostra sanità mentale.

E quindi, consideratelo una sorta di annuncio di servizio da parte dei redattori dell’Agenda, uno stimolante contro gli eventi attuali e il malessere paralizzante che ha reso gli ultimi 12 mesi un mix così triste di letargia e divieti. Eccovi i nuovi hotel per il 2020 che sono diventati i nostri preferiti nella selezione di Tablet.

Círculo Mexicano

Città del Messico, Messico

Círculo Mexicano

Círculo Mexicano
Il Grupo Habita è da anni in prima linea nel boom originale dei boutique-hotel, e Círculo Mexicano dimostra che le cose non sono cambiate con gli anni. Si tratta di un edificio del XIX secolo nel Centro Histórico rinnovato sapientemente dagli architetti Ambrosi Etchegaray per diventare un sorprendente hotel boutique con 25 camere. Gli alloggi, che si trovano al secondo e terzo piano, sono disposti intorno a un patio centrale, mentre negli spazi pubblici il contrasto tra i materiali d’epoca stagionati e la costruzione moderna nuovissima è più accentuato per essere di grande effetto.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Grand Hotel Terme

Sirmione, Italia

Grand Hotel Terme

Grand Hotel Terme
Non tutti gli hotel che piacciono devono per forza guidare una qualche rivoluzione stilistica. Spesso si viene in un luogo come il Lago di Garda per le sue comodità geografiche, lo splendore dell’ambiente circostante e il rassicurante splendore di un hotel di lusso d’altri tempi. Il Grand Hotel Terme occupa un terreno spettacolare a Sirmione, la stretta penisola che si estende dalla sponda meridionale del lago, e questo significa avere viste sull’acqua da tutte le sue camere e dalle suite sobriamente eleganti, così come dal ristorante e dalla sua ampia terrazza.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Pillows Château De Raay Limburg

Baarlo, Paesi Bassi

Pillows Château De Raay Limburg

Pillows Château De Raay Limburg
Con un nome come Pillows è chiaro che non offre esattamente un viaggio avventuroso, ma c’è motivo di sospettare che anche tra gli altri del gruppo, il Pillows Charme Hotel Château De Raay Limburg sia particolarmente notevole per la sua morbidezza. L’hotel occupa infatti un castello del XIII secolo alla periferia del villaggio di Baarlo, nel Limburgo settentrionale, ed è circondato da giardini tranquilli che lo rendono totalmente isolato dal mondo esterno. L’atmosfera è assolutamente senza tempo, grazie al contrasto tra l’edificio storico e gli interni contemporanei, sebbene i comfort siano del tutto moderni.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

The Drayton

Savannah, Georgia

The Drayton

The Drayton
Savannah non è una capsula del tempo, è anche una città giovane e vivace, dove uno spirito di creatività permea ogni cosa. È l’ambiente perfetto, in altre parole, per un boutique hotel come il Drayton, dietro la cui facciata in pietra del XIX secolo si celano interni storicamente vissuti ma inconfondibilmente contemporanei. Colori saturi e decorazioni eclettiche contraddistinguono sia gli spazi pubblici che le 50 camere e suite; questi ultimi hanno viste mozzafiato del fiume, del palazzo del municipio e delle strade del quartiere circostante.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Nirjhara

Tabanan, Indonesia

Nirjhara

Nirjhara
Alcune parti di Bali sono forse state sviluppate in eccesso, ma non dovete andare troppo lontano dai sentieri battuti per reclamare un po’ di quella lontana solitudine. Si trova solo a un’ora di auto dall’aeroporto, ma Nirjhara è circondata dalla foresta e un ruscello, completo di una pittoresca cascata, che si snoda su tutta la sua superficie. Le ville e le suite di Nirjhara rendono omaggio stilistico alla tradizionale architettura balinese, ma i loro interni sono contemporanei e ricchi di comfort di fascia alta, dalle macchine Nespresso ai lussuosi bagni in stile spa. Le viste più spettacolari si hanno dalle Canopy Suites, che scambiano un po’ di spazio per una maggiore privacy ed elevazione, con tanto di vasche da bagno all’aperto sul tetto.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Fairmont Royal Palm Marrakech

Marrakech, Marocco

Fairmont Royal Palm Marrakech

Fairmont Royal Palm Marrakech
Marrakech è famosa per i suoi riad tascabili, nascosti nel trambusto della medina del centro, ma Fairmont Royal Palm Marrakech ha preso l’approccio opposto. Con le sue 134 ville, suite e camere, è venti volte più grande di un riad e, distribuito su una tenuta che si estende per quasi oltre un chilometro quadrato, offre il tipo di tranquillità che nella parte antica della città sarebbe impossibile eguagliare. Il più piccolo degli alloggi sfoggia una straordinaria superficie di 72 metri quadrati, mentre le suite iniziano dagli ottanta metri quadrati e superano i 100.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Zannier Hotels Sonop

Namib Desert, Namibia

Sonop

Torre del Marques
Qui il paesaggio non può essere paragonato a nient’altro su tutto il pianeta. E Sonop Lodge mette il meno possibile tra voi e quel deserto a dir poco pittoresco, e i leopardi, le iene, gli sciacalli e le volpi con cui lo condividerete. Niente paura, le dieci tende di lusso di Sonop, su piattaforme sopra il pavimento roccioso del deserto, non sono molto interessanti per i leopardi e i loro amici. E data la bellezza delle sistemazioni, ispirate allo stile coloniale britannico degli anni Venti, l’esperienza qui è molto lontana da qualunque normale campeggio. I bagni interni con vasca e doccia a pioggia indipendenti, così come i letti a baldacchino e le macchine per caffè espresso, non li trovate sicuramente in nessun campeggio.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Madama Garden Retreat

Venezia, Italia

Madama Garden Retreat

Madama Garden Retreat
Venezia è speciale per ovvie ragioni, ma si dimentica spesso di quanto possa essere frenetica: con la sua superficie così limitata, non c’è tanta scelta per avere un rifugio tranquillo. Per fortuna ci sono le eccezioni, come Madama Garden Retreat, nel quartiere di Cannaregio, nella parte nord della città, e che è un piccolo hotel di otto suite molto elegante e lussuoso il cui nome è del tutto appropriato.
Come i migliori boutique hotel italiani, fonde sapientemente il rispetto per la sua storia architettonica con un occhio per il design contemporaneo e soprattutto il piacere nel vedere il contrasto che i due creano se abbinati con gusto. Al suo interno troverete la combinazione di una fantasia oscura della Venezia storica con gli spazi puliti del XXI secolo – tutti ispirati da Le Città Invisibili di Italo Calvino.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Ahau

Tulum, Messico

Ahau

Ahau
Visto quanto è cresciuta Tulum negli ultimi anni, è incredibile come i suoi albergatori siano riusciti a mantenere le cose relativamente modeste e di basso impatto. Ahau Tulum porta questo approccio ad un livello ancora superiore. Prende il nome dal dio del sole Maya Kinich Ahau, che rappresenta la coscienza universale. Inutile dire che ci vuole un grande impegno per ridurre al minimo la sua impronta ecologica, come fa più o meno ogni piccolo hotel in questa parte del mondo. Dove eccelle, tuttavia, è l’obiettivo correlato di mettersi da parte e far vivere ai suoi ospiti la più stretta comunione possibile con la natura (a meno che non vogliate dormire all’aperto sotto le stelle).

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Hotel June

Los Angeles, California

Hotel June

Hotel June
L’Hotel June occupa un edificio classico di metà secolo dell’architetto Welton Becket, su Lincoln Boulevard, appena a nord dell’aeroporto di LAX. La comodità della sua posizione è solo una piccola parte del suo fascino, quindi non pensatelo come un hotel d’aeroporto: si trova ugualmente vicino a Marina del Rey, con Venice Beach appena un po’ più lontano. Migliora il pacchetto il fatto che le stanze siano ben insonorizzate, permettendovi di concentrarvi sul loro minimalismo caldo e solare, sui loro materiali organici (e piante vive!).

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

The Hoxton, Paris

Parigi, Francia

The Hoxton, Paris

The Hoxton, Paris
Gli hotel Hoxton sono nati, ovviamente, nell’omonimo quartiere londinese, quindi avranno sempre un accento britannico, ma la loro prima espansione all’estero dimostra che sono abbastanza flessibili da adattarsi all’ambiente circostante. L’Hoxton di Parigi è piuttosto piacevole come adattamento, dato che sceglie un palazzo del XVIII secolo in un angolo particolarmente alla moda del secondo arrondissement e lo trasforma in un boutique hotel chic, moderno e relativamente economico nello stile moderno bohémien di Hoxton.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Park Hyatt Kyoto

Kyoto, Giappone

Park Hyatt Kyoto

Park Hyatt Kyoto
Se volete un rapido confronto tra la capitale moderna del Giappone e quella storica, potreste divertirvi a paragonare un paio di Park Hyatt. Il Park Hyatt Tokyo, ovviamente, è un hotel di lusso ultramoderno tra i grattacieli reso famoso dal film L’amore tradotto (Lost in Translation); il nuovissimo Park Hyatt Kyoto, sebbene altrettanto lussuoso, mantiene un profilo molto più basso, come i suoi edifici interconnessi che sembrano un villaggio collinare nello storico quartiere di Higashiyama.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Torel 1884

Porto, Portogallo

Torel 1884

Torel 1884
Questo marchio alberghiero portoghese locale ha stabilito roccaforti in tutto il paese praticamente dal nulla. Torel 1884 fa parte di una coppia di proprietà Torel nella pittoresca città sul fiume di Porto, ed è un vero e proprio gioiello: una residenza cittadina del XIX secolo in un quartiere centrale, decorato con un occhio particolare al suo patrimonio architettonico e uno in stile boutique contemporaneo. È molto lontano dal minimalismo che un tempo governava gli hotel di design, ed è difficile vedere come potrebbe essere più piacevole esteticamente.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

Jams Music Hotel Munich

Monaco, Germania

Jams Music Hotel Munich

Jams Music Hotel Munich
Non si può certo accusare il Jams Music Hotel Munich di fare le cose a metà strada. Monaco è stata in prima linea nella rivoluzione della musica elettronica iniziata negli anni Settanta e Jams è dedicato non solo a questa parte della sua storia, ma anche al rock and roll in generale: ogni angolo dell’hotel è pieno di vinili, opere d’arte ispirate alla musica e ritratti di artisti. La dedizione alla musica è così completa che potreste quasi trascurare il fatto che, sotto tutto questo, Jams è semplicemente un boutique hotel estremamente elegante e uno con più della sua giusta quota di comfort di fascia alta.

VISUALIZZA ALTRE FOTO