Benvenuto 2021

Luoghi da visitare nel 2021

Probabilmente avrete notato che amiamo gli hotel. Quindi, se ci mettiamo a pensare a cosa vogliamo fare nel 2021, ci viene subito in mente una lista di hotel che vogliamo visitare.

Quando una luogo ha il suo primo hotel di Tablet, potete scommettere che che lì sta succedendo qualcosa di importante: una fioritura culturale straordinaria, un rinnovamento urbano di notevole valore, o magari è l’hotel stesso l’attrazione principale da vedere che finisce per attirare l’attenzione del pubblico e trasformare il luogo in cui si trova. Gli hotel di Tablet sono straordinari per definizione, e non si costruisce un hotel straordinario senza avere la certezza che attirerà ospiti che apprezzano un’ospitalità unica. Ospiti di grande gusto, che non andrebbero in un posto qualunque.

Quindi, quando una località ha il suo primo hotel di Tablet, è già diventata una destinazione. Almeno secondo noi. Potrebbe essere una formula imperfetta, ma è una metodologia valida come ogni altra per formare un elenco di luoghi da visitare nel 2021. Non appena vi sentite sicuri di poter viaggiare di nuovo.

Contattate cs@tablethotels.com per qualsiasi domanda sulle procedure sul COVID o sulle date di riapertura per gli hotel qui sotto.


seven and nine

La destinazione: Stratford, Canada
L’hotel: seven&nine

Se non avete mai sentito parlare di Stratford, in Ontario, e sentite parlare per la prima volta della sua più grande attrazione, il festival del teatro, potresti pensare che si tratti di un sogno dovuto alla mancanza di esperienze di spettacoli dal vivo a cui siete stati costretti negli ultimi mesi. Come vi capiamo! Sebbene questa bellissima città dell’Ontario di circa 30.000 abitanti abbia radici che risalgono al 1828, se è Shakespeare quello che volete, è proprio Shakespeare che troverete a Stratford. Lo Stratford Festival fu inaugurato nel 1953 con Alec Guinness nei panni di Riccardo III e si tiene ogni anno da fine maggio a ottobre. E poi non si limita solo a Shakespeare, passa dal teatro classico a quello contemporaneo, rappresentazione dopo rappresentazione, nei quattro teatri della città. Lo chiamano il “festival di teatro più grande e più bello” del continente e non oseremmo affermare che non lo sia.

A pochi passi da uno di quei quattro teatri, abbiamo l’hotel Seven&Nine da ringraziare per averci fatto conoscere questa città teatrale, una sorprendente struttura modernista che si trova in una città nota per il gotico del XIX secolo. Hanno trascorso il 2020 lavorando ad nuova ristrutturazione, grazie alla quale dovrebbero venire aggiunte un paio di camere in più alla loro piccola struttura. La nostra speranza è che saranno pronte per il Stratford Festival del 2021 e che il Festival possa colmare il vuoto enorme lasciatoci dai teatri chiusi nel 2020.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


The Dwarikas Hotel

La destinazione: Kathmandu, Nepal
L’hotel: The Dwarika’s Hotel

Se pensiamo a Kathmandu, ci vengono in mente quegli avventurieri in viaggio attraverso il Medio Oriente e verso il Nepal in quel tragitto che molti chiamano “Hippie Trail”. La prova di ciò che ha attirato questi esploratori spirituali è ancora ovunque a Kathmandu, una città costellata di siti indù e buddisti importanti. E sebbene questa città venerata e santa si sia guadagnata la reputazione di una città rumorosa e fin troppo affollata, i divieti di circolazione e di uso del clacson in alcune parti della città recenti dimostrano lo voglia locale di cambiarla in meglio.

In una città piena zeppa di storia e attrazioni, non è tuttavia esagerato indicare il Dwarika’s Hotel come uno dei posti da non perderei. Non è solo un posto lussuoso dove dormire, ma una specie di museo e un tributo alla lunga e ricca storia del Nepal. Il fondatore dell’hotel, Dwarika Das Shrestha, ha trascorso gran parte della sua vita a salvare dalla distruzione intricati lavori storici in legno, riuscendo a mettere insieme una tra le più grandi collezioni private del mondo di artefatti di questo genere. Il suo hotel è un riflesso di questa passione, pieno di ricami tessuti a mano, mobili creati da falegnami tradizionali e lavori in terracotta di argilla locale e lavorata con mani locali. Tutto questo vi aspetta a Dwarika’s Hotel, assieme ad ampie suite, tre ristoranti caratteristici, una piscina e anche una spa ayurvedica.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


Block Island Beach House

La destinazione: Block Island, Rhode Island, USA
L’hotel: Block Island Beach House

Block Island, una vera e propria isola al largo della costa del Rhode Island, ha aperto i suoi primi hotel alla fine del XIX secolo, quindi la sua popolazione può passare da circa 1.000 persone a quasi 20.000 ormai da tantissimi anni. In questi giorni, comunque, le spiagge non sono meno belle, la natura non meno naturale (circa il 40% dell’isola è protetta) e l’atmosfera rilassata non meno allettante. Potete scegliere di restare in riva al mare, visitare gli imponenti Mohegan Bluffs, sdraiarvi sulle spiagge perfette o noleggiare una bicicletta e cercare dei tesori nascosti.

Quello che stiamo cercando di dire è che non esiste un itinerario rigoroso per conoscere Block Island, né un elenco infinito di attrazioni che dovete affrettarvi a controllare. Il nostro primo hotel sull’isola, il Block Island Beach House, non solo aggiunge a quest’atmosfera da “senza regole”, ma si basa proprio su di lei. Si tratta infatti di una riprogettazione intelligente di un palazzo del 19esimo secolo, il vecchio Surf Hotel, che ha il titolo incantato di “unico hotel sulla spiaggia dell’isola”, e i suoi interni audaci offrono uno spazio attraente e moderno in contrasto con l’ambiente senza tempo che li circonda.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


Bai San Ho

La destinazione: Phu Yen, Vietnam
L’hotel: Zannier Hotels Bai San Ho

Sulla costa orientale del Vietnam, la provincia di Phú Yên è fortunata ad avere ancora un paesaggio incontaminato, caratterizzato da montagne e paesaggi marini. Ma sinceramente, quando si tratta di un nuovo hotel Zannier, ci affidiamo a loro per la preparazione di un’esperienza perfetta, indipendentemente dalla destinazione. Le menti di Zannier scelgono, di regola, solo luoghi semplicemente abbaglianti. E non vediamo l’ora che arrivi Zannier Bai San Ho ormai da mesi, da quando il signor Zannier stesso ci ha parlato della sua nuova proprietà e lo ha descritto come “un vero gioiello incastonato in una splendida cornice naturale”.

Si tratta anche senza dubbio del più grande progetto di Zannier, dove le sue 71 ville seguono la forma atipica di Zannier rendendo omaggio alle forme di architettura locali, come le Paddy Field Villas costruite su palafitte. Alcune sono dotate di piscine, altre si affacciano direttamente sulla spiaggia. E per una destinazione sconosciuta, un hotel Zannier è sempre l’introduzione perfetta. Le attività includono di tutto, dalle escursioni culturali a un tempio locale allo snorkeling nella barriera corallina.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


Cirqa

La destinazione: Arequipa, Peru
L’hotel: Cirqa

Non facciamo confusione. Sì, abbiamo un altro hotel ad Arequipa. Si trova a tre ore di viaggio a nord, circondato dalla natura selvaggia e dalle montagne delle Ande. Questo non è quell’hotel. Questo hotel non si trova solo nella grande regione di Arequipa, ma proprio nella città di Arequipa e offre un’atmosfera molto diversa, attrazioni molto diverse e un fascino distinto per chiunque abbia trascorso il 2020 come un eremita. Qui, nel centro storico della città che costituisce un patrimonio mondiale dell’UNESCO, l’hotel Cirqa si trova in una tenuta che risale alla fondazione della città nel 1540, un contrasto tranquillo e vivace con la città storica fuori dalla porta.

Fuori dalle antiche mura di Cirqa, vi aspetta la seconda città più grande del Perù. Conosciuta anche come la “città bianca” per la roccia vulcanica bianca che compone così tanti dei suoi edifici storici, è ricca di storia, e la sua architettura rappresenta un “capolavoro dell’integrazione creativa delle caratteristiche europee e native”, per prendere in prestito una frase dell’UNESCO. La stessa Cirqa impiega una guida locale per mostrarvi la storia e l’arte che circonda i loro terreni, con viaggi alle chiese, cattedrali e monasteri del XVI e XVII secolo integrati con escursioni brevi o notturne nelle pianure e nelle valli della regione.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


Noa Boutique Hotel

La destinazione: La Coruna, Spagna
L’hotel: Noa Boutique Hotel

La Spagna è disseminata di destinazioni turistiche: città vivaci, porti sulla spiaggia, centri della storia medievale e quartieri generali dell’architettura. Se vi siete persi tutto questo nel 2020 come tutti noi, sappiate che a La Coruña avete una città portuale galiziana con un po’ di tutto ciò che si può amare della Spagna. Situato sulla costa atlantica, il faro di 2.000 anni segna la sua storia, mentre il lungomare sfoggia la meraviglia architettonica, i balconi del XIX secolo (galerías), che danno un senso al suo soprannome di “città di vetro”.

Il Noa Boutique Hotel sfrutta appieno la posizione sul lungomare e i vantaggi spagnoli in questo luogo noto per la sua vita notturna, i suoi prodotti del mare e le sue splendide spiagge lungo l’oceano, anche se la sua posizione – a 15 minuti dalla città – vi dà la possibilità di godervela alle vostre condizioni. Apprezziamo particolarmente la vista sull’Atlantico dalle finestre dal pavimento al soffitto in ogni stanza, così come l’ampio ristorante interno-esterno con la sua deliziosa cucina galiziana.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


Anantara Tozeur Resort

La destinazione: Tozeur, Tunisia
L’hotel: Anantara Tozeur Resort

La prima cosa che sentirete di Tozeur è che parte di Star Wars fu girato qui. In effetti i suoi paesaggi desertici sono immediatamente riconoscibili e ovviamente cinematografici, ma a meno che tu non siate i più grandi fan di George Lucas, questo non sarebbe abbastanza per portarvi da queste parti. L’Anantara Tozeur Resort offre un glorioso avamposto da cui esplorare questa gemma sahariana, un’antica città meglio descritta come un labirinto di strade tortuose e una bellissima architettura in mattoni accanto ad un enorme palmeto.

Caratterizzato dal suo lusso e dai suoi forti contrasti (come una magnifica piscina incastonata in un paesaggio desertico), l’Anantara Tozeur è un’esperienza autonoma se volete che lo sia, con una spa sontuosa e una manciata di ottimi ristoranti e bar. Ma offre anche la possibilità di fare dei tour della medina della città, dei vicini villaggi abbandonati e delle saline di Chott el Djerid. Guardate di nuovo la foto e non perdete l’occasione di vederli, come abbiamo detto, l’hotel è un glorioso avamposto.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


The Liming Bequia

The destination: Bequia, Saint Vincent and the Grenadines
L’hotel: The Liming

Non succede ogni giorno (e neanche ogni anno) che aggiungiamo una nuova isola caraibica alla nostra collezione e con Bequia, la seconda isola delle Grenadine per grandezza, siamo davvero felici di averne un’altra. Definita spesso il “segreto meglio custodito” dei Caraibi, è grande solo circa 18 chilometri quadrati ed è un po’ più difficile da raggiungere rispetto a molte altre isole più conosciute. Soprattutto con l’aggiunta del Liming, è anche rilassante come poche altre isole. L’hotel, infatti, prende il nome da una frase che significa “l’arte di non fare nulla”, che dovrebbe farvi capire il tipo di atmosfera che troverete al vostro arrivo. È un luogo la cui vita si incentra sulle sue piscine e sul suo porto turistico privato da cui potete trovare il modo di raggiungere le Barbados o St. Lucia.

A dire il vero, c’è molto di più da fare qui oltre che sdraiarsi al sole. Ci sono i negozi nell’affascinante città di Port Elizabeth, le grotte da esplorare a Princess Margaret Beach e molte opportunità per escursioni, snorkeling e immersioni. L’hotel vi aiuterà ad organizzarli, e il loro ristorante, un luogo creativo che sfrutta i frutti di mare e il pesce locali, è una gradita sorpresa per chiunque abbia familiarità con i piatti tipici del resort sulla spiaggia.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


The Falcon Hotel

The destination: Northamptonshire, England
L’hotel: The Falcon Hotel

Alla vista di un hotel che è così perfettamente inglese, ci viene voglia di parlare con un certo accento. Si trova nel piccolo villaggio di Castle Ashby, nella più grande contea del Northamptonshire (“la rosa delle Shires”), il Falcon si trova nella tenuta che dà il nome a questo angolo di campagna inglese. E il fatto che Castle Asbhy – la dimora ancestrale del settimo marchese di Northampton – abbia anche ospitato la regina Elisabetta I e, in una rara apertura al pubblico, una “gara di tosatura delle pecore”, dovrebbe dirvi tutto ciò che devote sapere sulla sua ambientazione. Il Falcon utilizza questo classico pascolo inglese con grande effetto, trasformando una locanda per la sosta delle carrozze del XVI secolo in un’ode di dimensioni modeste all’ospitalità di campagna britannica con 22 camere per gli ospiti.

Gli interni sono lussuosi e sobriamente contemporanei, con una selezione ponderata di arte contemporanea che si contrappone a certi gesti vittoriani come le classiche vasche con i piedini, mentre una rilassante tavolozza di tonalità della terra e materiali naturali lavora in sincronia con i tranquilli giardini della tenuta di Ashby. Concedetevi una passeggiata nella natura privata attraverso i boschi, fate una nuotata nei laghi naturali o una cavalcata. E quando ne avrete abbastanza delle comodità signorili della vecchia campagna inglese, c’è anche un tocco di nuova era in offerta, con lo Yoga Barn accanto. Non diteci che non avete mai fatto un bagno di gong nella campagna inglese?

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 


Futangue Hotel & Spa

La destinazione: Riñinahue, Cile
L’hotel: Futangue Hotel & Spa

La Patagonia ha un paesaggio incredibilmente vasto e diversificato, e i migliori hotel che aprono le loro porte in questa regione tendono a cercare di usare questo asso nella manica. Come ha fatto Futangue, che si trova all’interno del favoloso Parco Futangue. Da qui partirete per esplorare la foresta pluviale valdiviana, uno dei migliori esempi di biodiversità al mondo, le Ande della Patagonia e il vicino lago Ranco. Se state cercando il paesaggio spettacolare tipico della Patagonia meridionale, il vicino Parco Nazionale di Puyehue offre delle sue morfologie vulcaniche al contrario.

La bellezza naturale sembra quasi mettere in secondo piano il Futangue Hotel & Spa, ma fortunatamente l’hotel è abbastanza intelligente da non essere in competizione con il suo ambiente circostante, anzi lo completa con uno stile ormai classico della Patagonia che combina un’architettura moderna discreta e un comfort di fascia alta con un ambiente voluttuoso vicino alla fine del mondo civilizzato. Le camere e le suite di Futangue sono contemporanee, ma di ispirazione rustica, con abbondanza di legno nudo e trame organiche come pelle e pelliccia. Gli spazi sono generosi, così come i comfort: i bagni dispongono di docce a pioggia walk-in rifornite di prodotti realizzati con piante della vicina foresta pluviale. Un insieme che rende questi luoghi una nuova destinazione da non perdere.

VISUALIZZA ALTRE FOTO