La Fiaccola

La Prossima Generazione di Designer

È arrivata la nuova ondata di designer di hotel che porta avanti l’influenza dei visionari che hanno rivoluzionato l’ospitalità negli ultimi anni.

Anouska Hempel. Phillippe Starck. Liz Lambert. Kit Kemp. Roman & Williams. Ecco alcuni dei designer che hanno contribuito ad inventare boutique hotel e rivoluzionare l’intero settore dell’ospitalità negli ultimi 40 anni. Stanno ancora creando hotel che sfidano lo status quo, e vanno ancora alla grande, ma una nuova generazione di designer fortemente influenzata dal loro lavoro è arrivata per portare avanti la torcia e fare la sua parte per ridefinire ciò che può essere un hotel.

Abbiamo preparato una lista che racchiude i rappresentanti di questa nuova ondata per creare una collezione di designer che rappresentano la punta di diamante all’interno una gamma di stili, sia moderni che classici. Naturalmente, con la gran varietà di hotel entusiasmanti costruiti e reinventati in tutto il mondo ad un ritmo più veloce che mai, ci sono un certo numero di designer emergenti che non a riusciamo a menzionare questa volta. Non prendetevela se ci siamo persi qualcuno dei vostri preferiti, potrebbero rientrare in una seconda puntata.

Studio Tack

I Maestri dei Motel Americani

Brentwood Hotel

Sound View

Anvil Hotel
Dall’alto: The Brentwood Hotel, Sound View Greenport e Anvil Hotel

Lo Studio Tack di sede a Brooklyn ha un bel po’ di esperienza nel non facile lavoro di trasformare vecchi motel in capolavori. Sono davvero dei maestri. Dopo aver lavorato al  Brentwood Hotel a Saratoga Springs, sono stati chiamati per trasformare altri due motel  in boutique hotel, l’Anvil a Jackson Hole e il Sound View a Long Island. Per capirne la ragione basta guardarli: in entrambi dimostrano una grande sensibilità nei confronti della tradizione del luogo, anche se l’atmosfera da motel viene aggiornata sapientemente per diventare quella di un boutique hotel di alto livello.

A Brentwood il rinnovo ha creato un’atmosfera equestre piuttosto signorile (dopo tutto, l’ippodromo è proprio dall’altra parte della strada). A Anvil, si tratta di un retrò senza pretese – uno stile di ritorno al passato senza il kitsch a volte endemico dell’ambientazione di Jackson. E a Sound View, è un look piacevolmente maturo che riproduce l’eredità modernista del New England. E non credete che si occupino solo di motel, Casa Bonay a Barcellona dimostra che sanno fare davvero tutto.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

AvroKO

Intelligenza Urbana

Calistoga Motor Lodge

Arlo Nomad

Perry Lane Hotel
Dall’altro: il Calistoga Motor Lodge, Arlo Nomad e il Perry Lane Hotel

AvroKO è la firma dietro ad alcuni degli hotel più riconoscibili su Tablet: lo stile versatile applicabile ai layout puliti, intelligenti e compatti di Arlo Nomad e Soho a New York City e gli spazi retrò, stilizzati e ispirati ai camper di Calistoga Motor Lodge in California. Dove brilllano davvero è il Perry Lane Hotel a Savannah, un concetto molto raffinato che attinge ispirazione dalla storia della città.

Le camere sono piene di opere d’arte eclettiche e libri vintage, ma l’hotel stesso è un omaggio al piano urbanistico della città. Gli spazi pubblici al primo piano imitano infatti una piazza cittadina, in cui ogni stanza fornisce un servizio diverso – lounge, biblioteca, sala proiezioni, bar – con una “intimità” che fornisce la sensazione di trovarsi in una piccola città, all’interno di una piazza di Savannah, anche se progettata per il massimo comfort degli ospiti dell’hotel.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

HKS Architects

Innovatori Culturali

Hotel El Ganzo

Esperanza

Hotel Saint George
Dall’alto: Hotel El Ganzo, Esperanza e Hotel Saint George

Con la sua forte predisposizione per la cultura locale del posto, non sorprende che HKS abbia finito per lavorare a Marfa, una città del Texas occidentale famosa come paradiso culturale e con una lunga storia come capitale americana del minimalismo e dell’arte contemporanea. All’Hotel Saint George fanno uso di mattoni, marmo e legno di recupero dall’edificio originale per un interno minimalista che gioca con una giustapposizione tra vintage e industriale, mentre le camere sono ricche di opere d’arte della collezione dell’hotel. E si sono assicurati che lo spazio aggiuntivo condividesse la hall con la locale Marfa Book Company per trasformarla in una vetrina culturale.

Los Cabos, quindi, con le sue connotazioni di meta turistica di festaioli, era forse un luogo più sorprendente per il design culturalmente ispirato di HKS, eppure hanno portato lo stesso entusiasmo anche qui. Lo stile bohemian dell’Hotel El Ganzo – con i suoi pavimenti in cemento levigato, le sue porte scorrevoli in stile fienile, le sue docce con pareti in vetro – è pensato come il luogo ideale per musicisti e artisti in visita (una porticina nella hall conduce ad uno studio musicale). Per il vicino Esperanza l’espressione culturale significa tutto, dai mobili e i tessuti fatti degli artigiani locali. In questo caso i progettisti hanno effettivamente vissuto qui per il tempo necessario per rispettare le scadenze richieste per una ristrutturazione post-uragano.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Kelly Wearstler

Arte da West Coast

Santa Monica Proper

San Francisco Proper

Viceroy Santa Monica
Dall’alto: Santa Monica Proper, San Francisco Proper, and il Viceroy Santa Monica

Lo stile di Kelly Wearstler si riflette nelle sue camere da costa occidentale: un design contemporaneo drammatico, vivace e ispirato all’arte che si fonde perfettamente con le ambientazioni vintage. Basta guardare il Beaux-Arts del 1926 che divenne San Francisco Proper. Riempie coraggiosamente quel classico secolare ispirato da una serie di movimenti di design europei, abbinando le correnti vittoriane e Art Déco con cubismo o Bauhaus e non solo.

In tutto il suo lavoro si riconosce una grande passione per le arti grafiche, dalla piuttura alle sculture del Santa Monica Proper alle carte da parati con colori accesi alla porcellana decorata (non sui tavoli ma alle pareti) del Viceroy Santa Monica. In un bel esempio di questo approccio, il Viceroy è inteso come la versione contemporanea di uno stile country britannico secolare, dove il tema monocromatico moderno dalle linee pulite si fonde magistralmente con i mobili vintage.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Rockwell Group

Divertimento e Gioco

Hotel EMC2

Andaz Maui

Virgin Hotel Chicago
Dall’alto: Hotel EMC2, Andaz Maui e il Virgin Hotel Chicago

Se volete girare il mondo attraverso gli occhi inventivi ed eclettici del Gruppo Rockwell, avete un bel po’ di scelta su Tablet. Ci sono libri e pubblicazioni sugli elementi di design originale dell’Hotel EMC2, c’è una lounge riempita di sabbia all’Andaz Maui.

C’è persino una “Shag Room” che sembra uscita dagli anni ’70 nel primo Virgin Hotel di da Richard Branson a Chicago. È tutto firmato Rockwell, il cui design sembra riuscire a fare di tutto, e soprattutto apersi divertire.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Gachot Studios

Senza Tempo

Como Parrot Cay

Shinola Hotel

Eaton DC
Dall’alto: Como Parrot Cay, il Shinola Hotel e Eaton Hotel D.C.

Nel Shinola Hotel, Gachot Studios cerca di creare un simbolo della rivitalizzazione di Detroit. Il risultato è un boutique hotel elegante e orientato ai giovani che usa il suo patrimonio storico, i suoi interni richiamano una versione idealizzata del periodo di massimo splendore dell’attività manifatturiera di Detroit. Non è solo un alloggio, ma anche uno spazio sociale o, come dice Christine Gachot, “il soggiorno” di Detroit, pieno di creazioni personalizzate di Gachot.

“So che lo dico spesso parlando delle lobby degli hotel”, continua. “Ma questo luogo in particolare ha creato posti di lavoro. Ha creato un punto di ritrovo dove le persone potevano lavorare, dove stare. Non solo quelli di passaggio, ma anche quelli che sono a Detroit adesso. ” Gachot, che ha lavorato agli Standard Hotels con il leggendario André Balazs prima di avventurarsi in proprio con suo marito, applica la stessa voglia di fare positiva (con un’affinità per gli arredi in legno) – a tutti i suoi progetti, siano un pied-à-terre di Washington come Eaton o un sogno da spiaggia a Turks and Caicos  come Como Parrot Cay.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Andre Fu Studio

Bellezza Contemporanea

the Fullerton Bay Hotel

Shangri-La Tokyo

K11 Artus
Dall’alto: The Fullerton Bay Hotel, il Shangri-La Tokyo e K11 Artus

È l’autore di alcuni degli hotel contemporanei più belli dell’Asia. Le grandiose sale da pranzo del Shangri-La Tokyo. Il modernismo cinese Chinese di the Upper House a Hong Kong. Il magnifico K11 Artus, dove dettagli apparentemente banali come l’illuminazione e l’arredamento sono trattati con la stessa cura delle inestimabili opere d’arte esposte.

E poi the Fullerton Bay Hotel, dove ogni centimetro si trasforma in un tributo alla sua splendida era coloniale, ma che mantiene la visione fermamente contemporanea di Fu invece di attenersi troppo alla ricostruzione storica. E a volte un pezzo d’epoca ben realizzato è più efficace di un viaggio negli archivi. Laddove un hotel vecchio di decenni avrebbe dovuto prendersi la briga di enfatizzare i suoi elementi moderni, per dimostrare di aver tenuto il passo con i tempi, il Fullerton Bay è libero di concedersi tutto il romanticismo coloniale che vuole. E la vista sulla baia dell’edificio, va detto, diventa ancora più straordinaria attraverso le sue vaste finestre.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Autoban

Modernismo Lineare

The Stay Bosphorus

The Stay Nisantasi

Witt Istanbul Suites
Dall’alto: Stay Bosphorus, Stay Nisantasi e Witt Istanbul Suites

Tra il Witt Istanbul Suites e i due Stay Hotels (NisantasiBosphorus), se vi trovate ad ammirare gli interni contemporanei di un locale a Istanbul, è probabile che sia firmato Autoban. Allo Stay Bosphorus, le antiche influenze ottomane mantenute intatte all’interno dell’edificio storico, ovvero le porte e gli infissi, si mescolano alle linee pulite e ai materiali di lusso della pratica europea contemporanea.

Anche il Witt è di ispirazione modernista, ma in modo piuttosto lussuoso, con ricche trame di legno e pelle: l’intenzione è fare in modo che gli ospiti si sentano “come se fossero appena entrati nell’appartamento dei loro sogni”. E se vi ritrovate di nuovo a meravigliarvi, questa volta davanti a un particolare mobile (ad esempio, la libreria dello Stay Nisanti), è probabile che sia opera di Autoban. Disegnare mobili nei loro progetti va ben oltre al lavoro tipico del design di molti boutique hotel.

VISUALIZZA ALTRE FOTO