Ricominciare

Una nuova vita, minuto per minuto

Molti sognano di abbandonare tutto e iniziare una nuova vita in un posto diverso. Rebecca Schönheit lo ha fatto. Ha lasciato una carriera in campo legale e la comodità della sua casa a Berlino per la vita in una piccola isola nel mare di Wadden. Lì lei e suo marito hanno deciso di ricominciare da capo, con un piccolo hotel, sognando di arrivare agli standard di Tablet.

Questo è l’inizio della sua storia, raccontata da lei. Non vediamo l’ora di sapere cosa succederà dopo.

— — — —

 
Normalmente io e mio marito trascorriamo le vacanze invernali a casa con le nostre famiglie. L’anno scorso siamo andati a Madrid, Tenerife e Marrakech. Ci siamo fidanzati durante il viaggio e siamo tornati pieni di fiducia e di entusiasmo per il futuro. Eravamo anche pieni di domande. La vita a Berlino era davvero tutto ciò che volevamo? Il nostro lavoro era ancora quello che volevamo fare? O c’era forse qualcos’altro? Un altro posto, un altro lavoro, un’altra situazione in cui potremmo mettere alla prova le nostre capacità?

Abbiamo sempre avuto questi pensieri – come la maggior parte delle persone – ma è stato durante questa vacanza che abbiamo finalmente trovato la sicurezza per fare qualcosa al riguardo. Insieme, abbiamo fatto domanda per un posto di direttore in un hotel su un’isola della Frisia orientale. E per ragioni a noi difficili da capirei, abbiamo ottenuto il lavoro.

Era gennaio. E avremmo iniziato a luglio.

Nel frattempo, ci siamo sposati e, come il resto del mondo, ci siamo siamo ritrovati a dover trattare con il COVID-19. Il che ci ha fatto dubitare che saremmo stati in grado di accettare il lavoro. Dopotutto, l’industria del turismo era stata duramente colpita dalla pandemia. Eppure, dopo mesi di preoccupazioni sul coronavirus e telefonate settimanali con il nostro nuovo datore di lavoro, alla fine è diventato chiaro che saremmo stati in grado di iniziare come previsto.

Beach
La spiaggia principale di Langeoog.

Da un lato, ci siamo sentiti sollevati. Dall’altro, la realtà di ciò che tutto questo avrebbe significato per le nostre vite ha cominciato ad insinuarsi. Cambiare Berlino con Langeoog, un’isola nel mare di Wadden – scambiare la capitale con un villaggio. Non avremo più i nostri lavori sicuri e ben pagati, e inizieremmo qualcosa di completamente nuovo, qualcosa, onestamente, di cui avevamo poca conoscenza. Lasciando indietro i nostri amici e la nostra famiglia e, almeno per ora, saremmo rimasti da soli.

Era davvero quello che volevamo? Certo, c’era il mare e l’idea romantica di passare le nostre serate in spiaggia. Ma c’erano anche tanti dubbi che ci assalivano all’improvviso. Cosa ci è venuto in mente durante quella vacanza? Quanto folle è stata questa idea? È stata una prematura crisi di mezza età o una grande opportunità?

Le reazioni di chi ci circondava furono molto meno scettiche di quanto ci aspettassimo. Invece di critiche o sorrisi forzati, abbiamo ricevuto molto incoraggiamento. Quasi senza eccezione, hanno lodato la nostra iniziativa e invidiato la nostra flessibilità. Molti ci hanno confessato il desiderio di dare una direzione diversa alla loro vita. In effetti, tutte queste belle parole ci hanno dato coraggio. Ciò ci ha sicuramente aiutato quando abbiamo iniziato a ricercare l’aspetto pratico di come potevamo affrontare il trasloco. Prendere e andare su un’isola è più impegnativo nella vita reale che nella fantasia. Soprattutto nel nostro caso.

Langeoog

Popolazione: 2,000
Trucks
In arrivo con i nostri bagagli sul traghetto di Langeoog.

Se non conoscete bene la Germania, ecco qualche informazione utile: Langeoog è una delle isole della Frisia orientale nel nord-ovest della Germania, con una superficie di quasi 20 chilometri quadrati e circa 2.000 abitanti. Parti dell’isola e il mare di Wadden che la circondano appartengono al Parco nazionale del mare di Wadden in Bassa Sassonia. E quando si tratta di trasferirsi qui, ci sono alcune cose da tenere a mente. Come il fatto che Langeoog è un’isola senza auto. Sono ammessi solo veicoli elettrici, biciclette e carrozze trainate da cavalli, e puoi raggiungere l’isola solo in traghetto (o, per i particolarmente privilegiati, con una barca o aereo privato). Quindi, naturalmente, fare le valigie e mettere tutto su un furgoncino non era un’opzione.

Decidemmo quindi per un piccolo container, che caricammo a Berlino e poi imbarcammo sul traghetto. Abbiamo anche dovuto creare un conto speciale per le merci per avere l’autorizzazione ufficiale a spostare le nostre cose più grandi (fare shopping sull’isola è tutto un’altra cosa). Una volta sul posto, tutto ci è stato portato a casa da veicoli elettrici, più piccoli e più lenti delle auto, ma comunque un affidabili e molto utili in tutto questo processo.

Ne valeva la pena. Langeoog ha i suoi vantaggi. A differenza di altre isole del mare di Wadden, il traghetto per Langeoog non dipende dalle maree. Puoi andare e venire dall’isola più volte al giorno, un fattore da non trascurare se vieni da Berlino, dove sei abituato a andare esattamente dove vuoi esattamente nei tempi previsti. Puoi mantenere un po’ di quella stessa libertà anche su Langeoog – assieme a molta spiaggia, aria fresca e persino una piccola foresta (come abbiamo scoperto nel nostro tour esplorativo). Puoi anche sfogarti nuotando, navigando, facendo kite o giocando a golf. Oppure puoi semplicemente camminare o andare in bicicletta lungo l’isola. Durante il giorno c’è il gelato o le crêpes e la sera puoi scegliere tra diversi ristoranti e pub.

Home and Rebecca

Hotel
Sopra: la nostra nuova casa e io, vestita in modo adeguato per il tempo. Sotto: L’Hotel Bethanien.

Coloro che non riescono a rilassarsi qui sono probabilmente persi irrimediabilmente … o sono diventati direttori d’albergo di recente. Durante l’ultima settimana, abbiamo lavorato tutti i giorni dalla mattina alla sera e siamo andati solo per poco alla spiaggia. Fortunatamente per noi, il tempo era piuttosto brutto, il che ha reso più facile lavorare e stare lontano dal mare. Inutile dire che è un momento frenetico: nuovo lavoro, nuovo appartamento, una mossa enorme. È impegnativo, ma il mio lavoro non mi era piaciuto così tanto da molto tempo.

Sono passate due settimane dal trasloco. Abbiamo lavorato nel “nostro” hotel per una settimana. Si chiama Hotel Bethanien e, sebbene non sia ancora all’altezza degli standard di Tablet, questo è un obiettivo ambizioso che ci tiene motivati. E qui all’hotel non c’è carenza di motivazione da parte del nostro fantastico team, che ha lavorato duramente nei momenti peggiori della pandemia e ora accoglie la folla crescente di ospiti con piacere ed entusiasmo. Ci siamo trasferiti nel nostro appartamento nella casa accanto e, per la prima volta nella nostra vita, abbiamo un giardino. Per la prima volta nella nostra vita, la spiaggia è a soli cinque minuti di distanza.

Forest
La foresta che abbiamo scoperto a Langeoog.

Ricominciare da capo è liberatorio: in un nuovo posto e con un nuovo lavoro. Tuttavia, sono grata per la costante che ho in mio marito. Sappiamo che nessuno di noi avrebbe osato partire per questa avventura da solo – e siamo così felici di essere qui insieme. Siamo qui e non vediamo l’ora di vivere le prossime settimane e mesi. Non solo per vedere crescere il business dell’ospitalità e il declino del COVID-19, ma anche per la nostra nuova casa e per quanto ci godremo la vita sull’isola.

Finora ne siamo completamente entusiasti. Che vita!

Rebecca Schönheit è una scrittrice e l’editor tedesco di Tablet Hotels. Vi terremo informati sulla sua avventura come direttrice di un hotel a Langeoog.

.