Un Porto Sicuro

Il Wythe Hotel Brilla a Brooklyn

Molti hotel di tutto il mondo si stanno rimboccando le maniche per offrire i loro servizi durante il COVID-19. Uno di questi è il Wythe Hotel di Williamsburg, a Brooklyn.

Come abbiamo imparato nelle ultime settimane, la situazione cambia rapidamente durante una pandemia. Mentre qui a New York City i casi continuavano ad intensificarsi, abbiamo sentito varie storie tristi, come ad esempio quella straziante che racconta di personale ospedaliero che dorme in auto per evitare di esporre la sua famiglia al virus. L’ hanno sentita anche al Wythe Hotel, e hanno deciso di fare qualcosa a proposito.

Il giorno prima della sua chiusura al pubblico, i responsabili dell’hotel hanno infatti inviato un messaggio all’ufficio del governatore di New York e offerto alloggio per i lavoratori in prima linea. A quel punto c’erano più  dubbi che certezze, e non erano sicuri che la loro richiesta venisse accolta. Il giorno dopo aver cessato le operazioni hanno ricevuto la loro risposta contemporaneamente al resto del mondo:

Il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, ha twittato il suo annuncio di  ringraziamento nei confronti dell’hotel, e il Wythe era ufficialmente in gioco.

L’ufficio del governatore li ha messi quindi in contatto con un amministratore della NYU Langone – un ospedale con sedi in tutta la città – e hanno iniziato a riempire le stanze di personale medico locale. Il primo è arrivato quattro giorni dopo il tweet del governatore. Quando abbiamo parlato a Will Jordan, direttore del Revenue Management del Wythe, la lista di attesa era di 250 persone.

Il Wythe, con i pavimenti in cemento e le pareti in mattoni di una tipica fabbrica restaurata di Williamsburg, non è cambiato. Per indicare il drastico cambiamento delle circostanze non ci sono letti nella hall, né allestimenti improvvisati nei corridoi, solo personale che indirizza gli ospiti verso l’ascensore corretto e una stazione self-service fornita di disinfettante per le mani.

Wythe
Moses Carrillo, il capo della sicurezza del Wythe, indossa la maschera fatta con le tende del ristorante dell’hotel.

Eppure, ovviamente, è cambiato tutto. Gli spazi comuni sono chiusi. Le mascherine sono obbligatorie. Due dei suoi piani ora ospitano il personale dell’hotel, mentre i restanti quattro ospitano operatori sanitari. Non c’è servizio di pulizia e ciò che resta del personale è per lo più volontario, poiché il Wythe sta ancora aspettando di ricevere il suo prestito di aiuto federale.

In tempi migliori, quando introducemmo il Wythe sul nostro sito, abbiamo scritto che “esemplifica il carattere del quartiere che chiama casa”. Quel sentimento assume ora un nuovo significato, dato che ora compie il suo lavoro cruciale nonostante i licenziamenti e la crisi. I volontari aiutano con il processo, disinfettano tutto religiosamente e mantenendo disponibili i beni di necessità. Il ristorante, Le Crocodile, non serve più l’hotel, ma per ora lavora esclusivamente alla preparazione e alla consegna dei pasti per un’unità di terapia intensiva locale. Le partnership con ATLIST e HOKA forniscono pacchetti di assistenza e scarpe nuove agli operatori sanitari che occupano le camere.

Wythe
Lo staff di Le Crocodile prepara i pasti per l’ospedale locale.
Wythe
Gli chef Jake e Aidan di Le Crocodile pronti per le consegne.
Wythe
Il personale del Woodhull Medical Center riceve i pranzi preparati da the Wythe.

Se abbiamo imparato collettivamente qualcosa nelle ultime settimane, è che i legami possono formarsi anche nei periodi di maggiore isolamento. E poiché il Wythe ha concentrato gli sforzi sui lavoratori locali, significa che i loro ospiti e il loro personale fanno parte della stessa comunità. In una straziante svolta del destino, quando un’impiegata dell’albergo perse una parente a causa del COVID-19, i medici dell’ospedale dove fu accudita negli ultimi momenti erano ospiti della Wythe. Per lei misero dei fiori nell’atrio, accanto a un messaggio di speranza scritto a mano.

“Quando stai attraversando una crisi e il tuo hotel è pieno di eroi della vita reale, questo ti dà un forte senso di determinazione e uno scopo “, afferma Jordan. “È un onore essere in grado di aiutare queste persone in qualunque piccolo modo possibile, e la loro gratitudine e preoccupazione per il nostro personale ci rende ancora più umili”

Wythe
Si festeggia un compleanno, nonostante la situazione.

Il Wythe spera di poter riaprire, anche se in modo limitato, a maggio. Nel frattempo, quando gli è stato chiesto cosa potesse fare la comunità per sostenerli, Jordan ha richiesto solo che “tutti seguano le linee guida del CDC e facciano ciò che è giusto per le persone vulnerabili nelle nostre comunità”.

“Questo è l’unico modo per tornare a fare ciò che facciamo regolarmente.”

Wythe

Wythe Hotel

Tablet è la tua fonte per scoprire gli hotel più interessanti del mondo: luoghi in cui troverai un’esperienza memorabile, non solo una stanza per la notte.

Quando potrai viaggiare, se stai pensando di visitare New York City, considera un soggiorno al Wythe Hotel, nel cuore di Williamsburg a Brooklyn.