Tra le Mille Cupole di Kiev

Viaggio nella capitale dell'Ucraina

Evitiamo di parlare di scandali e tragedie, e vediamo piuttosto di sottolineare come sia affascinante Kiev, con la sua ricca storia, l’architettura originale e la voglia di modernità.

Ultimamente si parla spesso dell’Ucraina, ma per motivi poco piacevoli, come gli scandali di corruzione che hanno coinvolto il presidente Trump e la tragedia aerea in Iran. Noi ne vorremmo parlare, invece, come una meta di viaggio davvero affascinante, e anche piuttosto economica.

Resterete ammagliati dal panorama di cupole dorate che punteggiano la città, e dalla combinazione di palazzi dai colori pastello accanto ad una incredibile varietà di stili architettonici. Del resto. Kiev ha resistito a saccheggi, alla perdita del titolo di capitale per qualche anno, a varie invasioni, incendi, alle pianificazioni urbane del periodo comunista e alla battaglie tra il Terzo Reich e l’URSS durante la seconda guerra mondiale. Il paese è ufficialmente indipendente dal 1991, ma continua a sentire il peso della presenza russa ancora oggi, soprattutto sul confine. Eppure a Kiev l’atmosfera è tutt’altro che bellicosa. Gli ucraini sono molto gentili, i ristoranti sono ottimi, e ci sono tantissime zone verdi dove passeggiare tranquillamente anche la sera, sia lungo il fiume come il parco Mariinski e il parco della Gloria Eterna.

E’ il momento giusto per andare a Kiev.

Cosa vedere a Kiev

Santa Sofia
La Cattedrale di Santa Sofia e la via Khreshchatik

Il Centro Storico

L’area del distretto di Shevchenkivskyi era il centro dell’antica federazione di Kievan Rus. Le porte d’oro e la cattedrale di Santa Sofia sono i luoghi in cui è stato istituito lo stato dell’Ucraina. La cattedrale custodisce molti mosaici e affreschi di valore e la sua particolare struttura architettonica di 5 navate, 5 absidi e 13 cupole la rende un po’ un labirinto. Anche se vi sembra di esservi persi, gli affreschi dei santi e le decorazioni geometriche su colonne e archi vi indicheranno la strada. Ci sono più di 828 monumenti storici, 16 musei, 15 gallerie, nonché ambasciate e rappresentazioni di oltre 50 paesi del mondo. L’Università Nazionale di Kiev insieme al Parco di Taras Shevchenko e l’Istituto Politecnico di Kiev Igor Sikorsky con i suoi spazi verdi sono davvero spettacolari.  Mentre nella via principale, Khreshchatik, troverete molti negozi e anche il famoso mercato di venditori di frutta e  verdura “Bessarabski”.

St. Andrews
La Chiesa di Sant’Andrea e Museo di Mikhail Bulgakov

La discesa Andriyivski

La vzviz (discesa) Andriyivski è uno dei posti più belli di Kiev, e anche il più turistico. Ricorda Montmartre a Parigi. In cima alla collina c’è la magnifica Chiesa di Sant’Andrea, costruita su progetto dell’architetto italiano Bartolomeo Rastrelli nella meta’ del 1700 e in fase di rinnovo da molti anni. Probabilmente non potrete entrare, ma fate un giro intorno e ammirate Kiev dall’alto, con tutte le sue cupole, i ponti, e tanto verde. Scendendo lungo la strada avrete l’occasione di vedere antichi caffè artistici, ristoranti caratteristici, negozi di artigianato ucraino, teatri, gallerie d’arte. E comprare qualche souvenir di cui probabilmente non avevate bisogno. Arriverete quindi nel rione Podil, che era la sede del porto fluviale. Non dimenticate di fermarvi al numero 13 per vedere la casa museo del celebre scrittore Mikhail Bulgakov.

Independent Square
Maidan Nezalezhnosti (Piazza Indipendenza) e Pechersk Lavra

Il distretto di Pecherskyi

Pecherskyi è uno dei quartieri più antichi di Kiev ed è il centro della sua vita amministrativa e culturale. Qui trovate il Verkhovna Rada (Parlamento) dell’Ucraina, la Banca Nazionale, l’Amministrazione Presidenziale e vari ministeri. Ci sono anche un gran numero di teatri, cinema e biblioteche. Si estende dalla via Khreshctyk e Maidan Nezalezhnosti (Piazza Indipendenza), quella che avete sicuramente visto spesso in tv e il simbolo della libertà ucraina, fino al complesso storico di Kiev Pechersk Lavra, il monastero delle grotte. Il Monastero è costituito da chiese con cupole dorate, labirinti sotterranei e edifici monastici adibiti a musei. E’ un ottimo percorso a piedi per i turisti e vedrete sicuramente qualche viaggio organizzato con guida aggirarsi da queste parti.

Cosa vedere fuori Kiev

Chernobyl
Ruota panoramica abbandonata a Chernobyl

Il potere della televisione. Chi l’avrebbe detto che una serie tv avrebbe reso Chernobyl una destinazione turistica internazionale? Eppure la miniserie ha portato ad un aumento delle richieste di visita guidata al luogo del disastro nucleare più grave e conosciuto del Ventesimo secolo del 40%. Le visite sono possibili da ormai dieci anni, e gli esperti dicono che non c’è assolutamente nessun pericolo di radiazioni, sempre meno di quelle che riceviamo regolarmente quando facciamo un volo internazionale. Certo, bisogna rigorosamente seguire i percorsi delle guide organizzate, non potete andare dove volete e non potete andarci da soli. Inoltre le raccomandazioni e le precauzioni mancano: non si può mangiare nella zona di alienazione, bisogna indossare vestiti coprenti e scarpe chiuse (lavando tutto appena arrivati a casa), non si può sedersi per terra, bisogna evitare di toccare le cose e non portarsi a casa oggetti. Le guide stesse devono fare delle lunghe pause dopo una serie di visite. Insomma, vedete voi, sicuramente l’idea di vedere di persona questo pezzo di storia ha il suo perché ma, se non ve la sentite, potete sempre limitarvi ad una visita al museo di Chernobyl a Kiev.

Chernobyl Museum
Il Museo Nazionale di Chernobyl a Kiev

 

Dove mangiare e bere

Kanapa
Kanapa

Kanapa 
Un gioiello della nuova cucina ucraina, situato sotto la chiesa di Sant’Andrea sulla discesa Andriyivski, ha una posizione invidiabile in cima alla collina e una vista spettacolare dalle finestre dell’edificio del 19esimo secolo. Durante l’estate ha anche alcuni tavoli all’aperto, che sono molto richiesti dagli ospiti. Altrimenti i suoi divanoni in pelle e l’arredamento rustico e allegro accompagnano perfettamente i piatti molto curati, dal set di assaggio alla scelta di vari tipi di pate’, l’agnello con il puree di melanzane, molte scelte per i vegetariani e dei dolci davvero deliziosi. Hanno vino da tutto il mondo e una specie di grappa aromatizzata fatta in casa che consiglio di provare (e poi comprare per ricordo).

Spotykach
Spotykach

Spotykach
Situato vicino alla cattedrale di Santa Sofia, sembra essere frequentato sia da turisti che da ucraini, sia da coppie che da famiglie numerose. Forse perché il menu accontenta un po’ tutti, anche i vegetariani, con la sua lista che va dai tipici salo (lardo) e borscht agli hamburger e sushi, ai ravioli ucraini blu che incuriosiscono tutti. L’ambiente allegro e il servizio invogliano a provare uno dei divertenti drink della lista, soprattutto visto che il primo che arriva in omaggio.

Za Dvoma Zaytsyamy
Za Dvoma Zaytsyamy

Za Dvoma Zaytsyamy
Situato lungo la famosa discesa Andriyivski, appena sotto la chiesa di Sant’Andrea, offre piatti di cucina ucraina accompagnati da un arredamento davvero divertente ed esagerato. Se vi sembrerà di essere arrivati sul set di “Alice nel paese delle meraviglie”, non vi sbaglierete di molto. Si tratta infatti di un locale il cui design è ispirato ad una commedia del 1961, intitolata appunto “Za dvoma zaytsiamy” e traducibile come “inseguendo due lepri”, diretto da Viktor Ivanov e basato sull’opera teatrale di Mykhailo Starytsky. Il film viene proiettato regolarmente nella sala da pranzo, a volte accompagnato da musica dal vivo, ma lo spettacolo principale è probabilmente l’ambiente super kitsch, persino in bagno.

Hutorets na Dnipri
Hutorets na Dnipri

Hutorets na Dnipri
Da oltre 20 anni questo ristorante elegante all’interno di una barca sulle rive del fiume Dnieper offre piatti tipici di tutte le regioni dell’Ucraina, dal caviale all’anatra, quattro diversi tipi di borscht e dei dei ravioli tipici che si chiamano varenyky, dal pesce del Mar Nero alla torta tipica di Kiev con la meringa alla nocciola. Oltre ad una buona lista dei vini, avrete anche la scelta tra ben 80 tipi di vodka!

Gli Hotel

Kiev è diversa da qualsiasi altra città, proprio come gli hotel di Tablet non assomigliano a nessun altro hotel. Ora che sapete dove andare in città, è il momento di scoprire i posti migliori dove dormire.

Bursa Hotel

Kiev

Bursa Hotel - boutique hotel in Kiev

Il primo boutique hotel nella capitale ucraina è pienamente impegnato nella sua missione: questo è un hotel boutique ultra-moderno e cosmopolita ed è stato costruito appositamente per avvicinare i viaggiatori al mondo artistico di Kiev. A questo scopo Bursa Hotel Kyiv ha una propria galleria d’arte indipendente senza scopo di lucro, completa di una biblioteca, una sala conferenze per gli eventi e anche un programma di residenza artistica.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

11 Mirrors Design Hotel

Kiev

11 Mirrors Design Hotel - boutique hotel in Kiev

11 Mirrors Design Hotel è ispirato al campione internazionale di box Wladimir Klitschko e probabilmente, con il nome di Klitschko alle spalle, non è stato tanto difficile scegliere la migliore posizione possibile. Situato nella parte antica della città, a pochi passi da varie stazioni del metro e dalla cattedrale di San Vladimir e la piazza dell’indipendenza. La chicca qui è però in realtà la vista panoramica, che è ancora migliore dalle camere ai piani alti dove le grandi vetrate lasciano vedere gran parte della città.

VISUALIZZA ALTRE FOTO