London Calling

Brexit o no Brexit, a Londra si risponde sempre

La passione per Londra non si consuma mai. Quando chiama non resta che rispondere.

Dibattiti fiammeggianti, annunci di rottura, partenze posticipata, Londra ultimamente ce ne fa vedere di tutti i colori, con una passione che non sembra troppo british. Ma non lasciatevi impressionare da questi momenti d’ardore, perché sotto la sua aria imbronciata non è cambiata. Affascinante, vibrante e maliziosa, continua a regnare sul nostro cuore con il suo accento molto sexy.

Passeggiate sotto le finestre vittoriane, rilassatevi sui prati reali, esplorate il fascino dei suoi vicoli e cortili segreti, riscoprite la sua storia e le sue nuove abilità culinarie: avete tempo almeno fino al 31 ottobre per riconquistarla.

Passeggiate

Camden Lock
Regent’s Canal Towpath al Camden Market

Sloane Square
Vicino a Chelsea, Sloane Square è da tempo un luogo da non perdere, ma ora è anche ottimo per gli aperitivi e i drink, le fontane classiche e l’architettura gotica e edoardiana.  Tra le vetrine dei designer si intrecciano vicoli romantici come Pavilion Road, dove negozi e ristoranti alla moda abbracciano uno stile industriale senza macchia. Il Royal Court Theatre e il suo portico sono particolarmente degni di nota.

Neal’s Yard
Passeggiando per Covent Garden, nel suo labirinto di strade piene di fascino, e scoprirete all’improvviso un delizioso cortile verde cosparso di colori scintillanti. Nascosto alla fine di uno stretto passaggio, Neal’s Yard cercava di preservare la sua privacy, ma pian piano si è la voce, e i londinesi seguaci della cucina vegetariana del Wild Food Café e degli olii essenziali nei suoi negozi di benessere sono arrivati.

Liberty
Si tratta di una vera a propria istituzione a Londra, Liberty non è un negozio qualunque, lo si vede dalla sua maestosa silhouette stile Tudor e i suoi materiali, che un tempo erano parte di due navi della Royal Navy. Si trova all’angolo di Regent St, un tempo solo ospitava i beni dall’Impero britannico, poi vi si aggiunsero abiti e tessuti, incluso quel famoso cotone fine con motivi floreali inventato dal suo proprietario Arthur Liberty. Mobili, gioielli, accessori di design e stampe liberty ricoprono ora i banconi di questo sontuoso edificio storico.

Regent’s Canal Towpath a Camden Market
Era un piccolo mercato temporaneo apparso all’inizio degli anni ’70, è ora pieno di oggetti e sapori provenienti da tutto il mondo, raccolti in un’atmosfera festosa, in riva al fiume, seguendo il movimento delle chiatte . Per apprezzarne il fascino evitando l’enorme afflusso turistico che vi arriva regolarmente, cercate di non mettervi piede durante il fine settimana. Andate direttamente al mercato di Camden Lock, la sua parte più autentica, situata nei vecchi magazzini che costeggiano il Canale di Regent.

Cultura

Museums
Le Churchill War Rooms e la mostra su Manolo Blahnik alla Wallace Collection

Le Churchill War Rooms
A due passi da da 10 Downing Street, sotto Westminster, ci sono delle stanze sotterranee da cui è stata combattuta e vinta la seconda guerra mondiale. Agli inizi della guerra, infatti, si era rivelato necessario trovare un posto protetto dagli attacchi aerei per ospitare il Primo Ministro e il suo Gabinetto di guerra, e quindi questi scantinati sono stati trasformati in ​​sale riunioni, uffici, dormitori e cucine. Si tratta di un vero bunker, che racconta la storia di chi ha guidato la guerra, lontano dalla luce, per sei anni. La camera di Churchill, il telefono transatlantico o la sala comando lasciata all’Allied Victory Day offrono un viaggio nel tempo nelle viscere della storia, completato da un museo dedicato a Winston Churchill.

L’exposition Manolo Blahnik a Wallace Collection
Si chiama “An Enquiring Mind: Manolo Blahnik at the Wallace Collection”. Da giugno, in omaggio al celebre designer spagnolo, la Wallace Collection ospiterà nella sua storica sede artistica una selezione di scarpe della collezione personale di Manolo Blahnik. La moda contemporanea, le opere d’arte e gli oggetti d’arte coesisteranno qui per un’estate, fino al primo di settembre 2019, a simboleggiare lo stretto rapporto tra le arti e le culture d’Europa.

Aperitivo

Drinks
Brasserie of Light e Cahoots

Brasserie of Light
La Brasserie of Light sfoggia tutto il suo splendore Art Deco dietro i colonnati degli elegantissimi negozi Selfridges, fa davvero una figurone. Chi conta e chi vuole contare a Londra si trova al bar o sui divanetti blu del ristorante sotto un Pegaso di cristallo firmato niente meno che da Damien Hirst.

Cahoots

Si trova davvero sottoterra, sempre e comunque in gran segreto. Lo speakeasy Cahoots rende omaggio alla storia ricreando l’atmosfera del dopoguerra in una ex stazione della metropolitana di Soho. Scompartimenti, mobili, cocktail, musica e cantanti in costume d’epoca, ricordano gli anni ’40 e l’euforia di una vita notturna illecita.

A tavola

Restaurants
The Locals e Hide, Mayfair

Farmacy
Se tutte le farmacie fossero così chic e deliziose, chiederemmo delle nuove ricette ogni settimana. Ingredienti biologici, antidoti elaborati, piatti gourmet e un servizio solare, Farmacy reinventa il restyling. E per completare il trattamento, vi viene prescritta una passeggiata nelle splendide strade di Notting Hill.

The Locals
Instagram al suo meglio, qui tutto viene fatto qui per sedurre i fan del cibo sano, della coscienza ambientale, ma anche dell’estetica. Ma The Locals non è solo bello, è davvero buono. Natalie Dormer, la Margaery Tyrell di Game of Thrones, lo può testimoniare, è stata in questo angolo remoto di Chelsea per assaggiare le sue bevande energizzanti.

Hide, Mayfair
Tra le nuove star di Londra c’è la nuova proposta dello chef Ollie Dabbous, Hide, a soli sei mesi dalla sua apertura accanto a Green Park. Dietro la sua facciata di vetro non ha nulla da nascondere, anzi. Si viene qui, oltre che per la cucina,  per guardare e per essere visti. Sta a voi scegliere a quale altezza (si estende su tre piani). Gli ingredienti locali e stagionali sono forniti da agricoltori locali e la loro combinazione con questo ambiente sofisticato sono sulla bocca di tutti i londinesi.

Gli Hotel

Londra è diversa da qualsiasi altra città, proprio come gli hotel di Tablet non assomigliano a nessun altro hotel. Ora che sapete dove andare in città, è il momento di scoprire i posti migliori dove dormire.

The Laslett

Notting Hill

The Laslett - boutique hotel in London

Se volete sfruttare appieno dei rimedi di Farmacy, è meglio restare in zona. Con la sua originalità e una relazione molto stretta con il quartiere in cui si trova, The Laslett è un hotel che non potrebbe esistere da nessun’altra parte.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

Flemings Mayfair

Mayfair

Flemings Mayfair - boutique hotel in London

In uno stile più classico, con lo spirito elegante di Mayfair, il Flemings offre il buon gusto di Londra associato ad una posizione privilegiata tra parchi, negozi e tavoli da gourmet. E’ quindi giusto che il Flemings Mayfair abbia mantenuto un certo decoro elegante, ma non sia eccessivo, con Hyde Park e Green Park ai due lati dell’hotel e il West End a due passi, siete in uno dei luoghi più rinomati di Londra.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

Sanderson

West End

Sanderson - boutique hotel in London

Vicino ai negozi del grande magazzino Liberty durante il giorno e a Cahoot la sera, il Sanderson è al centro dell’azione. Lusso discreto, design fresco e contemporaneo, aspetto sofisticato, nasconde le sue origini storiche sotto una vernice di Philippe Starck. Ultra tendenza, senza apparire troppo.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

Good Hotel London

Royal Victoria Dock

Good Hotel London - boutique hotel in London

L’hotel galleggia letteralmente su un’insenatura del fiume Tamigi. E non è nemmeno la cosa più sorprendente. Costruito in Olanda come centro di detenzione per immigrati, per essere poi trasportato da una chiatta sommergibile attraverso il Mare del Nord fino al Royal Victoria Docks, appena ad est di Canary Wharf. Anche se l’hotel è leggermente fuori dai flussi turistici di Londra, è facile da raggiungere il centro di Londra dall’alto con la funivia o via acqua con un traghetto taxi, e ovviamente con la tradizionale metropolitana.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

CitizenM London Bankside

Southwark, Lambeth & Waterloo

CitizenM London Bankside - boutique hotel in London

Londra ne aveva bisogno: un hotel a costo conveniente che fosse anche visivamente interessante e piacevole, senza essere troppo eccentrico. Qui il buon umore è contagioso, l’ennesimo motivo per festeggiare potrebbe essere che il Tate Museum si trova a solo tre isolati di distanza.

VISUALIZZA ALTRE FOTO