La Forza Del Grezzo

Cemento e calcestruzzo per tutti

Il movimento dell’architettura Brutalista degli anni ’50 e ’60 nacque dal francese “béton brut”, che sosteneva che la rudezza del calcestruzzo fosse un’espressione di bellezza. Molti hotel moderni sono delle stessa opinione.

Il termine francese béton brut è stato coniato dal leggendario architetto modernista Le Corbusier. Si traduce in “calcestruzzo grezzo” e descrive non tanto il materiale, quanto piuttosto l’espressione imperfetta del materiale, le trame apparenti lasciate dalle sue forme. Béton brut contribuì a dare alla luce al Brutalismo, uno stile dell’architettura della metà del secolo noto per il suo uso generoso del calcestruzzo, e spesso controverso per l’imponente uso quasi istituzionale dei disegni geometrici.

30 anni fa probabilmente sembrava impossibile che questo tipo di architettura potesse tornare di moda ma, come disse Springsteen “”forse tutto ciò che muore un giorno tornerà”, e i fan di Tablet sanno che è particolarmente vero quando si tratta di hotel. Gli hotel boutique all’avanguardia competono costantemente l’uno con l’altro per la vostra attenzione e, proprio come qualsiasi altro tipo di arte, sono sempre alla ricerca di ciò che non è stato ancora fatto. In questo caso, ciò che non è ancora stato riproposto dal passato.

Al contrario del revival dell’Art Deco, gli hotel non usano il calcestruzzo con parsimonia, né lo nascondono. Alcuni lo usano per i pavimenti, i soffitti, i muri e persino i mobili. Alcuni hanno rimosso gli strati ornamentali di un edificio per esporne il concreto e altri  stanno installando negozi in vecchi monumenti brutalisti. Ovviamente ci sono anche quelli che ne stanno creando di nuovi.

Il calcestruzzo è grezzo, forte, è anche a bassa manutenzione, non combustibile, resistente all’acqua ed è diventato rapidamente un materiale di scelta per gli hotel come i tredici che trovate qui sotto.

 

Setouchi Retreat AONAGI

Matsuyama, Giappone

Setouchi Retreat AONAGI - boutique hotel in Matsuyama

L’occhio magistrale dell’architetto Tadao Ando si riflette in ogni centimetro di Setouchi. Nelle sue mani, il calcestruzzo diventa paradossalmente privo di peso e persuade un’incredibile morbidezza e morbidezza del materiale, con risultati che rivaleggiano con il calore della tradizionale struttura in legno.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Elma Arts Complex Luxury Hotel

Zichron Yaakov, Israele

Elma Arts Complex Luxury Hotel - boutique hotel in Zichron Yaakov

Il Sanitarium Mivtachim è un punto di riferimento brutalista degli anni ’60 che serpeggia lungo una collina che si affaccia sul Mar Mediterraneo. Nel 2015, è diventata Elma, un centro culturale e un design hotel ultra-moderno che aricchisce le superfici in cemento formate da pannelli originali dell’edificio in modi fresco ed originale.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Terminal Neige Totem

Flaine, Francia

Terminal Neige Totem - boutique hotel in Flaine

Il Totem vintage anni ’60 è un autentico esempio di architettura concreta Brutalista. Dimenticate il fascino boscoso del classico rifugio alpino: al suo interno l’aspetto è freddamente industriale, con tappeti colorati e camini scoppiettanti per riscaldare gli interni moderni in cemento.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

The Line

Los Angeles, California

The Line - boutique hotel in Los Angeles

The LINE spoglia un hotel di una vecchia catena della metà del secolo che pochi ricordano fino alle sue superfici grezze, rivelandone la sua bellezza robusta e grezza. Gli interni, del designer locale Sean Knibb, mettono in contrasto il cemento e la geometria modernista dai contorni taglienti con colori contemporanei, arredi unici e una sorprendente quantità di vita vegetale.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Ovolo Nishi

Canberra, Australia

Ovolo Nishi - boutique hotel in Canberra

Ovolo Nishi occupa tre piani dell’edificio in cemento Nishi, che è in un certo senso il punto di riferimento più memorabile nel quartiere culturale emergente di New Acton di Canberra. Le camere seguono l’esempio e si incentrano sul calore organico, pieno di legno di recupero, cemento grezzo e mobili vintage restaurati.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Nomad Design & Lifestyle Hotel

Basilea, Svizzera

Nomad Design & Lifestyle Hotel - Hotel and Apartments - boutique hotel in Basel

Nomad si trova in un classico condominio degli anni ’50, il primo mai costruito a Basilea, la cui caratteristica facciata in cemento è stata preservata con cura. E gli interni usano il cemento grezzo come sfondo per un look sorprendentemente caldo, con colori pop vivaci e mobili di ispirazione modernista.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Hotel Viura

Villabuena de Alava, Spagna

Hotel Viura - boutique hotel in Villabuena de Alava

Forse il modo migliore per descrivere la pila un po’ disordinata di cubi di vetro e cemento di Hotel Viura è immaginare che cosa avrebbe fatto Picasso se fosse stato un architetto Brutalista. Questa pila di cubisti dall’aspetto precario in un tradizionale villaggio vinicolo spagnolo è audace in un modo che pensiamo che il grande maestro avrebbe potuto apprezzare.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Sir Adam Hotel

Amsterdam, Olanda

Sir Adam Hotel - boutique hotel in Amsterdam

Occupa otto piani della modernista A’DAM Tower, un tempo un edificio per uffici della Shell, il Sir Adam Hotel non si fa intimidire dall’uso del cemento. È stato esposto nei pavimenti, nei soffitti e nelle pareti e offre uno sfondo adeguatamente spigoloso per un hotel che si definisce rock n ‘roll.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

The Standard High Line

New York City, New York

Campzero Active Luxury Resort - boutique hotel in Champoluc

When the Standard High Line was conceived in the aughts, its owners could’ve designed any style of building they wanted. They chose to erect a structure that was undeniably influenced by Brutalist architecture, and their unqualified success almost certainly provided a boost to the movement’s return to prominence. Quando lo Standard High Line fu concepito, i suoi proprietari avrebbero potuto progettare qualsiasi tipo di edificio che avrebbero desiderato. Scelsero sorprendentemente di erigere una struttura che fosse indubbiamente influenzata dall’architettura Brutalista e il loro successo fornì quasi certamente una spinta al ritorno del movimento.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Boro Hotel

Queens, New York

Boro Hotel - boutique hotel in Queens

La forma qui segue la sua funzione, l’hotel Boro di New York ha trasformato una struttura in cemento parzialmente completata in un boutique hotel minimalista. La trama è tutta qui: cemento, quercia, pelle, piastrelle e sughero forniscono la varietà, mentre le linee pulite e moderniste forniscono l’unità visiva.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

The Henry Hotel

Cebu City, Filippine

The Henry Hotel - boutique hotel in Cebu City

Il cemento grezzo e lucido fornisce uno sfondo minimalista per gli interni decisamente massimalisti dell’Hotel Henry. L’aspetto industriale del cemento nudo è notevolmente arricchito da un tripudio di accenti colorati e una selezione di opere d’arte ispirate alle strade. Questa è l’ospitalità pop, accessibile piuttosto che elitaria, accogliente piuttosto che scostante.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Hotel At Six

Stoccolma, Svezia

Hotel At Six - boutique hotel in Stockholm

L’Hotel Six è il paradiso modernista che ti aspetti da sempre nella scena degli hotel boutique scandinavi. At Six fa parte della riqualificazione di Brunkebergstorg Square, il cui stile Brutalista degli anni Sessanta è tornato dalla curiosità retrò all’ispirazione contemporanea, e gli interni, di Universal Design Studio, indicano la strada da seguire.

VISUALIZZA ALTRE FOTO

 

Amangiri

Lake Powell, Utah

Amangiri - boutique hotel in Lake Powell

Elena di Troia aveva un viso che faceva salpare mille navi. Amangiri ha l’hotel che ha ispirato mille imitatori. Forse non sono stati i primi a conciliare il cemento con il deserto selvaggio, ma la loro magistrale esecuzione è stata fonte d’ispirazione per nuove case di lusso nel sud-ovest americano, e non solo.

VISUALIZZA ALTRE FOTO